Avvisi

2 giugno: Buona Festa della Repubblica e presentazione progetto “Genzano terra di democrazia: Memoria, identità, territorio. Una storia da raccontare”

75 anni fa, il 2 e 3 giugno 1946, gli italiani erano chiamati a scegliere la forma di governo sotto la quale vivere da quel momento in avanti. Memore delle colpe della monarchia (aver permesso l’ascesa del fascismo e le sue guerre d’aggressione, e aver abbandonato il Paese allo sfascio nel suo momento più drammatico, l’8 settembre 1943), la maggioranza scelse la Repubblica. A votare in massa contro la monarchia fu soprattutto il Nord che aveva patito le peggiori sofferenze durante l’occupazione nazifascista e conosciuto la fase più intensa della lotta partigiana.
Ma quel giorno, oltre che per quella scelta fondamentale, è storico per altre due ragioni. Perché per la prima volta anche le donne italiane ebbero il diritto di votare in un’elezione di rilevanza nazionale, in ritardo di decenni rispetto alla maggioranza dei Paesi europei. E perché gli italiani votarono anche quell’Assemblea Costituente che dopo diciotto mesi di lavoro avrebbe partorito la nostra Costituzione: un documento avanzatissimo ieri, ma ancora oggi, perché frutto dell’incontro tra le migliori culture politiche del Paese. Attorno a quella sintesi fu riunita una nazione che si era spaccata quasi esattamente a metà in occasione del Referendum, e si posero le basi per quella Repubblica che, pur tra molti ostacoli, ha garantito una continua espansione dei diritti individuali di tutti noi Italiani. E speriamo continui a farlo.

Le associazioni sottoscrittrici del presente documento colgono questa importante ricorrenza per presentare il progetto a cui stanno lavorando insieme, rivolto alle scuole di tutti gli ordini del nostro Comune. “Genzano terra di democrazia: Memoria, identità, territorio. Una storia da raccontare”, di durata biennale, vuole combinare la conoscenza di alcuni articoli fondamentali della Costituzione e della storia dell’antifascismo e della Resistenza a livello nazionale con l’approfondimento delle vicende particolari del nostro territorio. Genzano infatti si è sempre distinta nel recepire e fare propri i grandi eventi della storia nazionale (dai moti di fine Ottocento alla lotta contro lo squadrismo fascista prima e contro il regime affermato poi, dalla Resistenza all’occupazione delle terre nell’immediato dopoguerra), ed è ora che questa “terra di democrazia” sia conosciuta dai nostri ragazzi come merita. A segno duraturo delle conoscenze acquisite, al termine del progetto è prevista la realizzazione di un murale dedicato all’occupazione delle terre del 1946-47, momento in cui i genzanesi di ogni età e idee politiche si trovarono compatti in quella scelta fondamentale per il loro futuro.

Le associazioni promotrici:

Università Appia

Genzano Domani

ANPI sezione Genzano

 

LA COSTITUZIONE ITALIANA